Conservazione dei denti o sostituzione con impianti: revisione critica dopo oltre 25 anni di esperienza clinica

di Alberto Fonzar

Per vedere questo video gratuitamente
entra o registrati
Entra/Registrazione
Nell’ultimo ventennio la terapia implantare ha sicuramente cambiato, spesso radicalmente, il piano di trattamento dei nostri pazienti, al punto che la conservazione di denti fortemente compromessi mediante le metodiche terapeutiche “tradizionali” (endodonzia, parodontologia, protesi ecc.) appare sempre di più non solo obsoleto, ma anche non giustificabile dal punto di vista del rapporto costobenefici e delle aspettative di successo nel tempo. Ma questo “approccio implantare” è veramente migliore di quello “tradizionale” per i nostri pazienti? E se sì, lo è in tutte le situazioni cliniche? La relazione si propone, in primis, di analizzare, alla luce della propria esperienza clinica e di una attenta analisi della letteratura, quali siano le indicazioni e i limiti delle terapie parodontali e implantari considerando altresì il rapporto costo-beneficio da un punto di vista non solo economico ma anche biologico.
Entra per lasciare un commento